Recensioni

Home page

sabato 23 settembre 2017

10 cose che (forse) non sai su... HEIDI!!

Salve a tutti Amanti dei libri!!
Benvenuti alla quarta puntata della rubrica "10 cose che (forse) non sai su..." la protagonista di oggi è... HEIDI!!

Chi non conosce la tenera bambina che vi avrà accompagnato durante la vostra infanzia.. (almeno credo..).

Siete pronti a scoprire qualche chicca? 
Iniziamo subito!!



1) LA MALATTIA DI CLARA. 



Clara e Heidi condividono lo stesso destino tragico che comincia con la perdita di un genitore. Clara ha perso la mamma quando era molto piccola ed il papà è sempre via per lavoro. 
Clara all'inizio della storia ha 12 anni e non può camminare perchè da piccolina ha avuto una grave malattia chiamata poliomielite e di conseguenza è rimasta paralizzata dal busto in giù.
Però in molti sostengono che la bambina sia rimasta paralizzata non per colpa di questa terribile malattia ma dal forte trauma che ha vissuto per la perdita della sua mamma.








2) IL GIROTONDO. 

Avete presente la sigla quando verso la fine c'è quella graziosa scena in cui Heidi e Peter fanno il girotondo con il famoso Jodel, il canto tipico di montagna, in sottofondo? Ecco, secondo voi, come è stata realizzata? 
Hayao Miyazaki fu incaricato di animarla con l'aiuto di un altro animatore dell'epoca Yasuri Mori. Fu Mori che pensò a come realizzarla cercando di renderla il più realistica possibile: per questo chiese a Miyazaki e ad un altro animatore, Yoichi Kotabe, di ballare e fare il girotondo tenendosi per mano. Lui li avrebbe filmati per poi usare le immagini come traccia per l'animazione. 
Non so voi Amanti dei libri, ma di certo non guarderò mai più allo stesso modo il famoso girotondo ahahah. 



3) LA BAITA E IL PAESE DI HEIDI ESISTONO REALMENTE!

Tutti voi saprete che Heidi è ambientato in Svizzera. Ma forse non tutti saprete che sia la baita del nonno ad Oberrofels che il paesino in fondo alla valle con la fontana dove Peter fa bere le pecore, Maienfeld, esistono per davvero! 
Johanna Spyri, l'autrice del famosissimo romanzo, infatti da piccola passava le vacanze dai nonni in questi luoghi montani. Vi era così legata che poi da adulta li fece diventare lo sfondo del suo omonimo romanzo per l'infanzia.




4) COME SI CHIAMA IL VECCHIO DELL'ALPE?





Se ci fate caso nel celebre cartone animato non viene menzionato il nome del nonno di Heidi. 
Nel cartone lo sentiamo semplicemente chiamare nonno della nipotina, oppure Vecchio dell'Alpe dai suoi compaesani. 
Ma non dimentichiamo che Heidi è prima di tutto un libro e nel libro c'è il vero nome del nonno: Alm - Ohi.












5) LA SIGLA ITALIANA.

"HEIDIII, HEIDIII, TI SORRIDONO I MOOONTI... HEIDIII, HEIDIII, ERI TRISTE LAGGIÙ IN CITTA'..."

Chi non conosce la bellissima sigla di questo cartone animato però in pochi sanno chi è la cantante e l'autore che ha creato questa sigla!
La cantante è niente poco di meno Elisabetta Viviani mentre l'autore è Franco Migliacci ed è uno dei più famosi in Italia!
Ha scritto Nel Blu Dipinto di Blu, Fatti mandare dalla mamma a prendere il latte e tante altre!
Nel '78 scrive anche la sigla di Heidi con le musiche di Christian Bruhn, il coro di Baba Yaga. 








6) LA VITA DEL NONNO.



Per chi non avesse ancora letto il romanzo di sicuro non sanno che il nonno di Heidi era un ex soldato ed era precisamente in nonno paterno e che ha perso il figlio (ovvero il padre di Heidi, Tobias) in un incidente di lavoro.
Heidi è la sola parente stretta che gli è rimasta.









7) LA VERA ETA' DI HEIDI.

 Io ero sempre stata convinta che Heidi avesse 4 anni quando iniziò la sua "avventura" ma in realtà non è così!
Molti si chiedono come poteva svolgere tante faccende alla baita come mungere le capre, portarle al pascolo, pulire ecc.. e come poteva il nonno trattarla quasi da adulta facendola lavorare a questa tenerà età.
Questo perchè la piccola all'inizio della storia ha già 6 anni. Certo direte voi, è pur sempre piccola ma per l'epoca era già considerata grandicella probabilmente. 
Forse per il modo in cui viene disegnata nanerottola e dalle guanciotte rosse tutti le danno sempre almeno 2 anni di meno!


8) HEIDI SU RAI 1.

Il giorno 15 agosto alle ore 16.55 è andata in onda su Rai 1 l'ennesimo film su Heidi!!
Interpretata da Emma Bolger, il film nasce da una collaborazione tra due case di produzione, la britannica Piccadilly Pictures e l'italiana Lux Vide. Le location sono slovene, nonostante nella trama la storia originale è ambientata tra i monti svizzeri e la città di Francoforte in Germania. 
Questo film non ha avuto una distribuzione nelle sale cinematografiche, è stato rilasciato solo in DVD e nei circuiti televisivi.



9) LA PRIMA HEIDI.







A proposito di film, forse non sapete che una delle prime rivisitazioni della storia è stato un film/musical hollywoodiano con la magnifica interpretazione di Shirley Temple nel lontano anno 1937.











10) HEIDI SUL FRANCOBOLLO!





Nel 2010 la Posta Svizzera ha dedicato il "francobollo Europa" dell'anno ad Heidi!
Visto che l'autrice del romanzo non ha mai inserito nessuna illustrazione, Heidi pur essendo famosa in tutto il mondo non ha mai avuto un volto ufficiale: quindi l'immagine del francobollo è una nuova interpretazione del personaggio che non si è ispirata a nessuna immagine preesistente.


















Eccoci arrivati alla fine Amanti dei libri!! Spero che queste curiosità vi siano piaciute!!
Le conoscevate? Fatemelo sapere in un commento oppure sulla mia pagina Instagram ilprofumodelleparole!!
Vi mando un grosso bacio e ci rivediamo al prossimo post, ciaoo!!



















venerdì 22 settembre 2017

E' FINALMENTE AUTUNNO - BOOK TAG

Salve a tutti Amanti dei libri!! 
Oggi sul blog vi porto "E' finalmente autunno - Book Tag " che ho scoperto grazie al canale di Erika "diaryofabibliophile".

L'autunno è una delle mie stagioni preferite in assoluto. Adoro l'atmosfera che si respira e i colori caldi che possiamo ammirare attorno a noi! 

Ma basta parlare e iniziamo subito!!



1) In autunno l'aria è fresca e croccante: un libro con un'ambientazione molto vivida. 


Come poteva non venirmi in mente Il circo delle notte di Erin Morgersten. 
Tu diventi il protagonista di questo romanzo strabiliante.
L'autrice ha questa capacità di catturarti e avvolgerti all'interno di quest'ambientazione fatta di magia e mistero.
E' talmente vivido e dettagliato il modo in cui la scrittrice ci descrive il circo che è praticamente impossibile non far parte di questo luogo.












2) La natura è meravigliosa... ma sta anche morendo: un libro meravigliosamente scritto, ma che tratti anche argomenti pesanti come la perdita e la morte.


Io ho un debole per gli autori orientali.
Amo il loro modo di mettere su carta le loro emozioni, considerazioni e pensieri in modo così leggero e delicato.
Quando cadrà la pioggia tornerò è un libro così profondo, dolce e allo stesso tempo così amaro che è quasi impossibile non apprezzare, almeno in minima parte, questa opera.














3) Il miglior modo per tenersi caldi è stare con le persone che si amano: una famiglia/casata/gruppo di amici fictional del quale vorresti far parte.


Dalla prima volta che ho letto il romanzo Il primo bacio a Parigi ero molto affascinata dal gruppo di amici che fanno parte di questa storia.
Non so nemmeno io il perchè ahah. Mi ispirano.
















4) Le coloratissime foglie che si ammucchiano sul terreno: mostra una pila di libri con le costine di colori autunnali.


Vi consiglio caldamente questo classico meraviglioso.
Mi è piaciuto tantissimo e non me lo sarei mai aspettata!!
Se adorate le ambientazioni ottocentesche non potete farvelo scappare!















Romanzo che mi è piaciuto moltissimo!! Ovviamente lacrime su lacrime perchè io sono una piagnona.
Una storia che per molti non è stata nulla di speciale ma a me ha colpito un sacco.










Questo romanzo non ne avevo mai sentito parlare, non sapevo neanche della sua esistenza. Ma l'avevo trovato a Libraccio a poco e mi sono detta perchè no.
Un libro che mi ha stupita! E' un bel mattoncino ma scorre che è una meraviglia.
Non è nulla di eccezionale ma neanche da buttare via insomma. Molto, molto carino!













5) L'autunno è il momento perfetto per raccontare storie attorno al fuoco: un libro dove qualcuno narra una storia.


Dico solo una parola: WOW!
Mi è piaciuto tutto di questo romanzo! Mi sento talmente stupida a non aver letto fino adesso un qualsiasi romanzo di Zafón. 
Devo assolutamente leggere altri suoi romanzi!!
Ah e se non si è ancora capito ve lo consiglio (anche se non credo che ce ne sia il bisogno, penso che ero praticamente l'unica a non aver ancora letto niente di questo autore ahah).













6) Le notti sono più buie: un libro noir, oscuro e inquietante.


Da pochissimo che ho finito questo romanzo. Meraviglioso.
Una storia tragica, misteriosa e a tratti inquietante e, con un finale che mi ha lasciato letteralmente a bocca aperta.
Non ci sarei mai arrivata a questa conclusione, davvero.
(E ovviamente ho pianto... e quando mai direte voi ahah).















7) Le giornate si fanno più fredde: un libro corto, ma che scalda il cuore.


Ho pochi ricordi legati a questo libro devo essere sincera ma ricordo con chiarezza che ci ero rimasta male... perchè?
Perchè era finito troppo presto! E' cortissimo!!
Ovviamente storia cucciolosa e molto dolce. Lo stile di scrittura di Nicolas Barreau mi era piaciuto. Riesce a descrivere perfettamente Parigi in un modo così naturale e sincero che mi ha sorpresa piacevolmente.













8) L'autunno fortunatamente torna ogni anno: uno dei tuoi libri preferiti che vorresti tornasse presto.


Vi dico solamente che la mia copia di questo libro sta andando in frantumi per quante volte l'avrò letto.
E' una storia come tante in realtà anzi, non c'è nulla di così originale però quando l'ho letto mi ha fatto scattare qualcosa in me che non vi so spiegare bene a parole.
Credo proprio che lo rileggerò in questo periodo... mi manca troppo.













9) Condividi la gioia autunnale e tagga qualcuno!

Per scoprire chi ho taggato basta andare sulla mia pagina Instagram: ilprofumodelleparole! 

°
°
°
°
°
°
°
°
°
°
°
°
°
°
Che fate ancora qui??? Andate sulla mia pagina forza!! :D








Eccoci qui Amanti dei libri!! Spero che questo tag vi sia piaciuto!! Vi ricordo di passare sulla mia pagina Instagram ilprofumodelleparole!!
Vi mando un grosso bacio e ci rivediamo al prossimo post, ciaoo!!





mercoledì 20 settembre 2017

W... w... w... WEDNESDAYS!! 2017

Salve a tutti Amanti dei libri!!
Oggi vi porto la terza puntata del W... w... w... WEDNESDAYS!!

Andiamo insieme a scoprire gli aggiornamenti libreschi!!





COSA STAI LEGGENDO?


"È l’aprile del 1956 quando Iris Turner, una giovane donna inglese, arriva nel sud della Francia per lavorare come segretaria al servizio di Hammond Brooke. Hammond è un uomo ombroso che sta lentamente perdendo la vista e ha bisogno di qualcuno che ordini e cataloghi i suoi documenti. Accolta con distacco dagli altri aristocratici che vivono nella stessa villa sulla Costa Azzurra di Hammond, Iris cerca in tutti i modi di guadagnare la fiducia del suo datore di lavoro. Soprattutto quando, alle prese con quelle vecchie carte, Iris scopre che il misterioso signor Brooke è stato un tempo un famoso profumiere e che, tra i documenti di cui la ragazza deve occuparsi, ci sono anche le sue preziose ricette, di cui è gelosissimo. Una volta iniziata all’affascinante mondo delle essenze, Iris si trova però invischiata in una fitta rete di intrighi. Non passa molto tempo, infatti, prima che capisca che qualcuno, molto vicino a Hammond, vorrebbe mettere le mani proprio sui suoi segreti…"

Ringrazio moltissimo la Newton Compton per avermi omaggiato questo romanzo!
Devo dire che mi sta piacendo ma non mi sta facendo impazzire, storia molto carina e anche lo stile di scrittura dell'autrice non male.
Ve ne parlerò meglio quando farò la recensione del romanzo.


COS'HAI APPENA FINITO DI LEGGERE?



"Dalla morte dei genitori in un terribile incidente d'auto dal quale è uscito miracolosamente illeso, Simon soffre di incubi spaventosi. Dopo essere stato ricoverato in un ospedale psichiatrico in seguito allo shock, Simon si è stabilito dalla zia insieme con suo fratello maggiore, ma adattarsi alla nuova vita è un compito durissimo, soprattutto da quando Simon è perseguitato da una presenza malvagia che lo spia nel buio, proprio come nei suoi sogni più spaventosi. E forse è proprio questa presenza la responsabile della scomparsa di una ragazza, la stessa che Simon decide di cercare aiutato dalla sua unica amica".

Assolutamente meraviglioso!! Questa storia mi ha lasciato senza parole, soprattutto il finale che io, sinceramente, non ci sarei mai arrivata a quella conclusione.
Mi ha fatto rivalutare del tutto Wulf Dorn, adesso posso finalmente capire perchè tante persone amano questo autore!


COSA LEGGERAI IN SEGUITO?



"Siamo a Copenaghen, inizi Novecento: moglie e marito stanno dipingendo nel loro atelier, lui realizza paesaggi velati dalla nebbia del Nord; lei ritrae su enormi tele i ricchi committenti della borghesia cittadina. Proprio per completare uno di questi lavori, il ritratto di una nota cantante d'opera, Greta domanda al marito di posare in abiti femminili. Da principio Einar è riluttante, ma presto viene completamente sedotto dal morbido contatto della stoffa sulla sua pelle. Via via che si abbandona a questa esperienza, il giovane entra in un universo sconosciuto, provando un piacere che né lui né Greta avrebbero mai potuto sospettare. Quel giorno Einar ha un'autentica rivelazione: scopre infatti che la sua anima è divisa in due e forse lo è stata sempre: da una parte l'artista malinconico e innamorato di sua moglie, dall'altra Lili, una donna mossa da un prepotente bisogno di vivere..."

In realtà questo libro l'avevo già iniziato però l'ho interrotto per il semplice fatto che stavo trovando lo stile di scrittura dell'autore abbastanza pesante, anzi più che pesante lento.
La storia mi sta piacendo, mi affascina un sacco però lo stile mi stava facendo cadere in un blocco del lettore totale, anche se è già da un po' che sto in questa fase..
Comunque la storia la riprenderò perchè la voglio riprendere assolutamente per scoprire qualcosa in più su Lili. 








Eccoci qui Amanti dei libri!! 
Fatemi sapere voi cosa state leggendo in questo momento o i libri che vorreste leggere in un prossimo futuro. Vi ricordo che mi potete trovare anche su Instagram con il nome ilprofumodelleparole!!
Vi mando un grosso bacio e ci rivediamo al prossimo post, ciaoo!!




sabato 16 settembre 2017

10 cose che (forse) non sai su... PETER PAN!!

Salve a tutti Amanti dei libri!! Come state? Spero tutto bene!
Benvenuti alla terza puntata della rubrica 10 cose che (forse) non sai su... 
Questa terza puntata la dedicheremo a Peter Pan!!

Venite a scoprire insieme a me molte cose interessanti!!



1) IL PRIMO PETER PAN NON ERA TUTTO VERDE.







Il costume verde di Peter Pan che tutti conosciamo fu ideato dalla messa in scena Disney, nata nella mente di Walt Disney quando interpretò la commedia in una recita scolastica.
Nell'originale, i suoi indumenti erano fatti di foglie gialli e marroni









2) I BIMBI SPERDUTI INVECCHIANO!



Nelle versioni originali della storia, la semplice permanenza nell'Isola che non c'è non era sufficiente ad evitare di invecchiare. Era piuttosto l'azione di Peter che permetteva ai bimbi sperduti di invecchiare molto più lentamente. 
Sullo stesso tema, la celebre battuta "Morire sarebbe una grande avventura" fu tagliata dallo spettacolo durante gli anni del primo conflitto mondiale.


3) PETER PAN AVEVA UN FRATELLO: J.M BARRIE!







Il personaggio di Peter Pan è basato sul fratello maggiore dell'autore, David, morto in un incidente mentre pattinava sul ghiaccio il giorno prima di compiere 14 anni, da cui l'idea di un ragazzo che non sarebbe mai cresciuto.









4) LA LEGGENDA DI SPUGNA.






Spugna, il fedele assistente di Uncino, è uno dei due soli pirati a sopravvivere alla battaglia finale tra Petr Pan e i pirati. 
Secondo l'autore, dopo la storia questo simpatico pirata continuò a girare il mondo, vendendo souvenir dall'Isola che non c'è e raccontando di essere "l'unico uomo capace di incutere timore in Capitan Uncino".









5) IL SUONO DI CAMPANELLINO.







Per realizzare il suono che emette Campanellino (Trilli), non è stato utilizzato ne una campana ne un carillon ma bensì sono stati tagliati dei pezzi di alluminio e messi insieme per ricreare il suono.












6) L'ORIGINE DELLA CANZONE. 




La canzone "Second Star to the Right" (in italiano L'Isola che non c'è di Edoardo Bennato) è stata inizialmente scritta per Alice nel paese delle meraviglie e doveva avere come titolo "Beyond the Sky Ride". 






7) IL LIVE ACTION.








Prima di creare il cartone della Disney è stato realizzato un Live Action, quindi con attori in carne e ossa (non destinata al pubblico) per aiutare proprio gli animatori a realizzare la versione animata.











8) WENDY: L'ORIGINE DEL NOME.



Barrie è considerato l'inventore del nome "Wendy", divenuto in seguito molto popolare nei paesi anglofoni.
Il nome deriva da Margaret Henley, una bambina che aveva stretto amicizia con lo scrittore e che usava chiamarlo "My friendly" ("il mio amichetto"). L'infante storpiava spesso la parola in "Fwendy" e Barrie pensò di utilizzarlo nella sua opera.



9) PETER PAN DOVEVA ESSERE IL CATTIVO.







Indovinate chi era il cattivo nelle primissime versioni di Peter Pan? Peter Pan stesso, con il suo carattere intrattabile e "coercitivo" verso gli altri bimbi sperduti, "pluriomicida" di pirati e a volte anche di alcuni suoi compagni di avventura che avevano la malsana idea di mostrare segni di invecchiamento.









10) MICHEAL JACKSON FU QUASI PETER PAN.






La voglia di non invecchiare è una caratteristica ben nota della personalità di Micheal Jackson, che forse proprio per questo fu a un passo dall'interpretare la versione di Spielberg della vicenda, il film Hook datato 1991. Nell'idea originale del regista, la pellicola avrebbe potuto essere un musical interpretato proprio dal Re del Pop.
Il progetto si arenò, per i troppi impegni di Spielberg, alle prese negli stessi anni con Indiana Jones, e per i dubbi del cantante nel vedere un Peter Pan cresciuto.





















Amanti dei libri!! Spero che queste curiosità vi siano piaciute!!
Vi ricordo che mi potete trovare anche sulla mia pagina Instagram ilprofumodelleparole!!
Io vi mando un grosso bacio e ci rivediamo al prossimo post, ciaoo!!











mercoledì 13 settembre 2017

W... w... w... WEDNESDAYS!! 2017

Salve a tutti Amanti dei libri!!!
Come state? Da me tutto bene! Oggi vi porto la seconda puntata del W... w... w... WEDNESDAYS!! 

Andiamo a scoprire insieme gli aggiornamenti libreschi!!






COSA STAI LEGGENDO?


"Dalla morte dei genitori in un terribile incidente d'auto dal quale è uscito miracolosamente illeso, Simon soffre di incubi spaventosi. Dopo essere stato ricoverato in un ospedale psichiatrico in seguito allo shock, Simon si è stabilito dalla zia insieme con suo fratello maggiore, ma adattarsi alla nuova vita è un compito durissimo, soprattutto da quando Simon è perseguitato da una presenza malvagia che lo spia nel buio, proprio come nei suoi sogni più spaventosi. E forse è proprio questa presenza la responsabile della scomparsa di una ragazza, la stessa che Simon decide di cercare aiutato dalla sua unica amica".

Questo romanzo mi sta prendendo moltissimo! Storia molto coinvolgente, angosciosa e abbastanza paurosa! 
Grazie a questo libro sto rivalutando parecchio Wulf Dorn visto che nell'ultimo suo libro che avevo letto, ovvero Gli Eredi  mi aveva lasciata parecchio interdetta e con l'amaro in bocca (soprattutto per il finale). 





COS'HAI APPENA FINITO DI LEGGERE? 


"Calcutta, 1916. Una locomotiva infuocata squarcia la notte portandosi dietro un carico di morti innocenti. Sotto una pioggia scrosciante, quella stessa notte, un giovane tenente inglese sacrifica la vita per portare in salvo due gemelli neonati inseguiti da un tragico destino. Calcutta, 1932. Ben, il gemello maschio, compie sedici anni, lascia l'orfanotrofio St. Patricks e festeggia l'inizio della sua vita adulta. È anche l'ultimo giorno della Chowbar Society, un club segreto che conta sette orfani come Ben, riunitosi per anni allo scoccare della mezzanotte sotto un tetto di stelle, nella sala principale di un antico edificio in rovina, il Palazzo della Mezzanotte".

Un libro davvero stupendo!! 
Storia enigmatica, misteriosa e piena di avventura! Stile di scrittura magnifico!! Non vedo l'ora di leggere altro di questo autore che ha fatto breccia nel mio cuore! 



COSA LEGGERAI IN SEGUITO?


"Siamo a Copenaghen, inizi Novecento: moglie e marito stanno dipingendo nel loro atelier, lui realizza paesaggi velati dalla nebbia del Nord; lei ritrae su enormi tele i ricchi committenti della borghesia cittadina. Proprio per completare uno di questi lavori, il ritratto di una nota cantante d'opera, Greta domanda al marito di posare in abiti femminili. Da principio Einar è riluttante, ma presto viene completamente sedotto dal morbido contatto della stoffa sulla sua pelle. Via via che si abbandona a questa esperienza, il giovane entra in un universo sconosciuto, provando un piacere che né lui né Greta avrebbero mai potuto sospettare. Quel giorno Einar ha un'autentica rivelazione: scopre infatti che la sua anima è divisa in due e forse lo è stata sempre: da una parte l'artista malinconico e innamorato di sua moglie, dall'altra Lili, una donna mossa da un prepotente bisogno di vivere..."

Mi sa proprio che è arrivato il suo momento!
Ѐ da quest'inverno che mi sta fissando dalla libreria ahah. Purtroppo non ho visto il film, anzi ne ho visto solo metà, ma comunque sono davvero curiosa di sapere qualcosa in più su quest'incredibile storia vera!












E voi? Avete letto questi libri? Fatemelo sapere in un commento!! 
Vi ricordo che mi potete trovare anche su Instagram come ilprofumodelleparole!! 
Vi mando un grosso bacio e ci rivediamo al prossimo post, ciaoo!!!  


martedì 12 settembre 2017

UNA VOCE NELLA NOTTE - RECENSIONE

TITOLO: Una voce nella notte
AUTORE: Armistead Maupin
PREZZO: 8,80 euro
CASA EDITRICE: BUR
VOTO: 5 ★★★★★


TRAMA

Gabriel, conduttore radiofonico, scrittore in crisi, cinquantenne omosessuale da poco lasciato dal compagno che ancora ama, entra in contatto telefonico con l'adolescente Pete, autore di un memoriale sconvolgente. Vittima fin dall'infanzia di un gruppo di pedofili, Pete è riuscito con le sue sole forze ad allontanarsi da quell'inferno e a raccontare con grande maturità la sua storia.
Tra Gabriel e Pete nasce, nel corso di lunghe telefonate, un rapporto intenso, tenero, paterno. Ma quando Gabriel decide di incontrare il ragazzo, un evento inaspettato sembra riscrivere l'intera vicenda. 
Il romanzo si colora di una sottile vena di suspense, verità e illusione si mescolano, e l'ambiguità tinge di mistero fatti, parole ed emozioni. 

BIOGRAFIA DELL'AUTORE

Armistead Maupin è nato a Washington nel 1944, ma vive a San Francisco dagli anni Settanta. Grazie alla serie I racconti di San Francisco, editi in Italia da Rizzoli, è diventato uno scrittore di culto ben al di là del mondo gay in cui è nata la sua fama. 


CONSIDERAZIONI

Io mi rendo conto che vi ho fatto una testa tanta con questo romanzo sia qui sul blog sia su Instagram ma dovete sapere che quando scopro un libro la cui storia mi è piaciuta davvero tanto, io lo devo spammare ovunque perchè se no non sono contenta ahah. 

Non so nemmeno da dove iniziare perchè trovo parecchio difficile parlarne. Ma ci provo lo stesso perchè vi meritate una spiegazione dopo che vi ho bombardato e bombardato con questo libro.

La storia è quella di un uomo, un uomo che non ha più certezze. Non ha più certezze sul suo futuro e sul suo lavoro. A complicare di più le cose è l'improvvisa separazione che ha con il suo amore, ovvero Jess il suo compagno di vita, il suo unico pilastro. 
Un giorno riceve un manoscritto, un manoscritto all'apparenza normale come un qualsiasi manoscritto ma Gabriel, il nome del protagonista, non sa che questa opera, che tiene tra le mani, stravolgerà completamente la sua esistenza. 

Io con la trama mi fermo qui perchè voglio che siate voi lettori a conoscere la storia di questo sfortunato ragazzo, Pete, che ne ha passate di tutti i colori. 
Ma vi voglio fare una domanda: 

Se voi, un giorno, conoscerete una persona tramite messaggio, telefono o in fotografia (senza mai averla vista dal vivo) siete davvero sicuri che quella persona esista sul serio? 

Vi domando questo perchè fidatevi, questa domanda, circolerà per molto tempo nelle vostre testoline durante la lettura e, come Gabriel, avrete un sacco ma un sacco di incertezze.

Per quanto riguarda lo stile di scrittura dell'autore è molto scorrevole, dettagliato (fin troppo dettagliato in certi punti, ma va benissimo ahah) e, con la sua scrittura, vi farà capire fino in fondo le emozioni, sensazioni e lo sconcerto dei nostri protagonisti.

Ah, una cosa. Il finale. Santo Dio il Finale.
Ovviamente non vi dirò niente perchè se no faccio spoiler ma vi assicuro che appena finirete di leggere l'Epigolo vi uscirà quest'altra domanda... ma che cazz? 
Ci sono rimasta talmente di merda (perdonatemi la parola) che me l'ha fatto apprezzare il libro ancora di più. 
Non ha senso, lo so, però io sono fatta così ahahah. 


Ebbene si, esiste il FILM!!!

Non potete capire la mia gioia quando ho scoperto questa cosa straordinaria!! E poi, cosa più bella, emozionante e importante il nostro protagonista Gabriel lo ha interpretato ROBIN WILLIAMS
.
.
.
.
OH MIO DIO!!!

Purtroppo il film non ho avuto ancora modo di vederlo ma ho visto il trailer (che potete trovare tranquillamente su Youtube) e da quello che ho potuto carpire credo che si siano concentrati molto di più sul lato thriller e misterioso della storia e quindi, hanno tralasciato diciamo il "lato umano"e "sentimentale" della vicenda. 
Però ripeto, ho visto solo il trailer cioè uno stralcio del film, quindi potrei anche sbagliarmi.
Appena vedrò il film vi farò sapere sicuramente!!

Che poi sulla locandina, in basso, c'è scritto che è una storia vera... sul serio?
Non lo sapevo ahahah.
Giustamente sono sempre l'ultima a sapere le cose!




Comunque, se non si è ancora capito dai miei vari scleri, vi consiglio altamente questa storia che, in un modo o nell'altro, vi colpirà!








  


Amanti dei libri, spero che questa recensione vi sia piaciuta! Vi ricordo che potete seguirmi anche su Instagram con il nome ilprofumodelleparole!!
Io vi mando un grosso bacio e ci rivediamo al prossimo post, ciaoo!!





lunedì 11 settembre 2017

SEGNALAZIONE - "ULFHEDNAR WAR - LA GUERRA DEI LUPI"


TRAMA

Amici da anni, Ascanio, Daniel, Marina e la loro compagnia di Viareggio non desiderano altro che trascorrere una tranquilla vacanza insieme, ma il destino ha altro in serbo per tutti loro. Gli ulfhednar di Odino sono tornati e la Garfagnana non è più un posto sicuro da quando Raul ha preso il comando del branco del Vello d’Argento. Spetta ad Ascanio, ultimo discendente di una stirpe di officianti della Madre Terra, contrastare i suoi progetti di dominio, aiutato dal suo compagno Daniel, un ulfhedinn fuggiasco che ha imparato ad apprezzare la vita tra gli uomini. Ma dietro le mire espansionistiche del violento e indegno Alfa si nasconde un’ombra antica, disposta a tutto pur di aggrapparsi alla vita.
«Per questo continuiamo a provare. Per rendere onore a chi è caduto, per vincere le nostre paure e promettere a noi stessi di non fallire più.»
Ambientato in Toscana, tra Viareggio e le montagne della Garfagnana, il libro mescola mitologia nordica e celtica a storia e leggende toscane, alternando, con ritmo incalzante e colpi di scena, capitoli nel presente e altri nel passato.


"La Guerra dei Lupi" è un romanzo che fa parte della saga "Ulfhednar War" pubblicato 8 giugno 2017, è di  genere fantasy contemporaneo e lo trovate al costo di 19,50 euro. 

Questo romanzo è reperibile su:
AMAZON, IBIS, MONDADORI STORE e la FELTRINELLI. 


BIOGRAFIA DELL'AUTORE


Alessio Del Debbio, scrittore viareggino, appassionato di tutto ciò che è fantastico e oltre la realtà. Numerosi suoi racconti sono usciti in riviste (come Con.tempo e StreetBook Magazine) e in antologie, cartacee e digitali (come I mondi del fantasy, di Limana Umanìta Edizioni, Racconti Toscani, di Historica Edizioni, Sognando, di Panesi Edizioni). I suoi ultimi libri sono Favola di una falena (Panesi Edizioni, 2016), Ulfhednar War – La guerra dei lupi (Edizioni Il Ciliegio, 2017).
Cura il blog “I mondi fantastici” che promuove scrittori di fantasy italiano. Scrive articoli per il portale di letteratura fantastica “Le lande incantate”. È presidente dell’associazione culturale “Nati per scrivere” che d’estate organizza la rassegna “Un libro al tramonto” – Aperitivi letterari a Viareggio, per far conoscere autori toscani.


Opinioni Personali

Questo romanzo, o meglio, tutta la saga, è perfetto per tutti coloro che amano storie che trattano di mitologie e leggende
Fantasy contemporaneo pieno di colpi di scena che non vi farà chiudere occhio la notte! 
Una avventura che non potete farvi scappare, questo è poco ma sicuro!! (Anzi, senza il poco, ahah).

Per scoprire qualcosa in più sull'autore e sulla sua opera potete dare uno sguardo ai seguenti profili social: 

Pagina Facebook “I mondi fantastici – Alessio Del Debbio”https://www.facebook.com/alessio.deldebbio/


Blog “i mondi fantastici”www.imondifantastici.blogspot.it